Che vincano le idee migliori

Auguri Google! …per il 10° compleanno. Una delle pietre miliari del web che ha cambiato non solo il modo di fare ricerca nel web (e di indicizzare i siti web), ma che ha e continua ad influenzare molte applicazioni di business online (la pubblicità, la posta elettronica, le mappe, i programmi di navigazione, etc…). Una rivoluzione portatrice di soluzioni utili (e a volte illuminate…) sia per il navigatore che per il professionsita della rete. Come ogni rivoluzione, poi, accompagnata da paure e timori per i detentori di alcuni business tradizionali… che, però, la forza dell’illuminismo internettiano del motore di ricerca fondato nel 1998 da Larry Page e Sergey Brin sta spazzando di gran carriera. La prima idea vincente di “googol” (da questa parola nasce google, termine matematico che indica il numero 1 seguito da 100 zeri) è stata quella cambiare radicalmente il modo di catalogare per parole chiave i siti web indicizzati (inseriti) nel proprio database. I primi motori di ricerca facevano riferimento alle keyword (“parole chiave”) inserite dagli stessi sviluppatori di siti web all’interno delle loro pagine, attraverso i tag META. Banalizzando… ogni webmaster poteva far indicizzare il proprio sito web in base alle parole chiave più convenienti anche se non attitenti e coerenti ai contenuti del proprio sito web. In estrema sintesi… Google introdusse un elemento di novità, il PageRank, algoritmo di valutazione della rilevanza di una pagina basato su concetti matematici… ossia coerenza delle parole chiave ricercate rispetto ai contenuti reali delle pagine web e, sopratutto, popolarità delle stesse all’interno del world wide web. E ora torniamo al tenth birthday di Google; entrate in questo link per vedere la storia illustrata di Mr. Google: http://www.google.it/tenthbirthday