TOP

Shéhérazade e altre fiabe

Shéhérazade e altre fiabe

Grande successo di pubblico (e possiamo certamente dire anche di critica) ha riscosso l’evento presso la Posta Donini di San Martino in Campo, Perugia, organizzato, domenica 14 aprile 2024, dal comitato Madonnuccia Insieme per far conoscere l’Oratorio della Madonnuccia, al fine di sensibilizzare possibili sponsor per la valorizzazione e il restauro del pregevole ciclo pittorico presente al suo interno. Una serie di affreschi, tre per l’esattezza, che alcuni studiosi, come il prof. Elvio Lunghi, attribuiscono direttamente a Pietro Vannucci, “Il Perugino”.

Il concerto, una combinazione riuscitissima di musica, danza e pittura, “Shéhérazade e altre fiabe” ha visto come protagonisti il duo pianistico composto dall’italiana Gabriella Rivelli e dall’ucraina Maria Ponomaryova, la prima ballerina solista del teatro dell’Opera di Kiev Yevheniia Korshunova, le opere pittoriche, ispirate alle musiche, di Fabiola Mengoni e i vari corpi di ballo e le coreografie della scuola di danza di Aquilon Vivereladanza.

La performance artistica è stata preceduta dalla presentazione del presidente del comitato Avv. Gianluca Chiurnelli che ha spiegato le nobili ragioni dell’evento, e da una illustrazione storico-artistica del Prof. Enrico Battistoni avente per oggetto la descrizione della Chiesa della Madonnuccia e dei suoi affreschi. Al termine dell’evento è stata organizzata una passeggiata ed una visita alla preziosa “chiesetta”, poco distante dalla residenza storica Posta Donini.

La Chiesa della Madonnuccia, che risale alla metà del ‘400, si trova infatti a San Martino in Campo lungo la strada che dalle mura laterali di Posta dei Donini va verso la vicina Sant’Andrea d’Agliano. La chiesa, come detto, custodisce un ciclo di affreschi attribuiti per lungo tempo ad Andrea Aloigi (o Andrea d’Assisi) detto “l’Ingegno”, ritenuto dal Vasari il miglior allievo del Perugino. Ma da alcuni anni, un certo numero di studiosi dell’arte, in primis il prof. Elvio Lunghi, attribuiscono gli affreschi proprio al maestro, Pietro Vannucci detto “Il Perugino“.

Per la conservazione e la valorizzazione dell’Oratorio e dei suoi bellissimi affreschi, il Comitato Madonnuccia Insieme è impegnata da molti anni ormai, attraverso iniziative di notevole livello culturale e artistico, come dimostra quest’ultimo evento. Il risultato fin qui ottenuto è già di grande importanza: la realizzazione di lavori strutturali fondamentali per evitare il rischio di perdere, a causa dell’umidità, l’intero suddetto ciclo di affreschi.

Il passo successivo è proprio il restauro degli affreschi, per riportarli all’originale splendore, e fare in modo così di far conoscere e apprezzare ancora di più questo piccolo scrigno, un vero e proprio tesoro nascosto per l’intero territorio alle porte di Perugia. Se infatti chiedessimo a tutti gli abitati di Perugia, se conoscono la “chiesetta” della Madonnuccia a San Martino in Campo, ancora troppo pochi risponderebbero di si.

L’impegno dunque di questo benemerito comitato, è assolutamente da appoggiare e sostenere in tutte le forme e modi che ognuno di noi è in grado di mettere in campo.

Per informazioni, questa è la email a cui scrivere: madonnucciainsieme@gmail.com

Queste invece alcune foto dell’evento… ad opera dello scrivente, Pietro Floris.

Shéhérazade e altre fiabe